Disegna il tuo viaggio

  • 1. Seleziona paese
  • 2. Disegna itinerario
  • 3. Personalizza
  • 4. Richiedi Preventivo
  • Cina info icon

    VISTO: per entrare in Cina è richiesto il visto d’ingresso che deve essere richiesto in Italia dagli uffici di competenza. Il passaporto deve avere almeno sei mesi di validità residua dalla data d’ingresso in Cina, ed almeno 2 pagine intere libere. Dovrete presentare, insieme al passaporto, il modulo di richiesta visto con una fototessera per viaggiatore, biglietti aerei e conferme dei servizi in loco.

    Roma

    Indirizzo: Viale Regina Margherita, 279 00198 Roma – 2°piano
    Tel: 06-44250240 06-44250240
    Fax: 06-44260770
    E- mail: romacentre@visaforchina.org
    Orario d’apertura: da Lunedì a Venerdì dalle 9:00am alle 16:00pm

    Milano

    IndirizzoVia Federico Confalonieri 29, Milano 
    Tel: 02-83201385 02-83201385
    Fax: 02-83201407
    E-mail: milancentre@visaforchina.org
    Orario d’apertura: da Lunedì a Venerdì dalle 9:00am alle 16:00pm

    LINGUA : La lingua ufficiale è il mandarino, esistono poi numerosi dialetti che variano da regione a regione.

    VALUTA: La valuta ufficiale della Cina Popolare è il Renminbi (RMB) chiamato dai cinesi Yuan. Lo Yuan è suddiviso in 10 Jiao a loro volta suddivisi in 10 Fen. Un euro equivale a circa 10 Yuan.

    CARTE DI CREDITO E BANCOMAT: In Cina sono accettate tutte le carte di credito sia negli hotel che nei negozi di lusso. Per il resto sono accettati gli Yuan. I Traveller Chèque sono convertibili in Yuan, ma non in dollari o in qualunque altra valuta estera, per farlo ci vuole in ogni modo il numero del passaporto. L’Euro è accettato e cambiato in ogni sportello di cambio.Potete prelevare dagli sportelli bancomat con delle piccolissime commissioni estere.

    CLIMA:  Periodo estivo “caldo umido” su tutto il territorio anche di notte (27° – 38°). Autunno/Primavera temperature simili all’Italia. Inverno a Nord (Pechino) molto freddo, al Sud temperature 18°/24°.

    ABBIGLIAMENTO:  In generale un abbigliamento pratico e informale. In autunno le temperature sono molto simili all’Italia, si consigliano abiti di mezza stagione e una giacca e/o impermeabile sempre a portata di mano, scarpe comode chiuse. In inverno fa molto freddo al nord ed è più mite al sud. In estate è caldo umido e si consigliano abiti leggeri di cotone sia al nord che al sud. Una leggera giacca a vento è sempre bene portarla sia per le piogge che per l’aria condizionata che nei ristoranti e grandi magazzini è molto alta. Per coloro che vanno in Tibet è da tener presente l’escursione termica tra giorno e notte.

    TAXI:se decidete di prendere il taxi ricordatevi di portare con voila business card dell’hotel nel quale alloggiate, in quanto non tutti parlano o comprendono bene la lingua inglese.

    BAGAGLIO: Secondo i regolamenti cinesi tutto il bagaglio deve essere munito di chiusura con chiave o combinazione, etichetta con il nome, cognome e indirizzo del proprietario. Sui voli domestici all’interno della Cina è consentito portare gratuitamente solo 20 kg di bagaglio, per quanto riguarda il bagaglio a mano, bisogna attenersi alle norme di sicurezza internazionali (circa 5/7 kg a persona).

    MANCE:  In Cina è buon costume dare la mancia alle guide che vi accompagnano durante il viaggio (circa 5€ al giorno a persona) e agli autisti (circa 3€ al giorno a persona). Nei ristoranti invece non si usa lasciare la mancia.

    VACCINAZIONI : non è richiesta nessuna vaccinazione né profilassi

    CORRENTE ELETTRICA: il voltaggio in Cina è di 110/220 volt. Le prese sono di tipo americano, comunque ogni albergo è munito di adattatore.

    SHOPPING: In Cina potrete acquistare tantissimi articoli, molto vari: dalla giada alla seta; da articoli di antiquario all’argento antico; tappeti, piumoni in seta, sciarpe, porcellana, e per gli amanti del tea avrete solamente l’imbarazzo della scelta. Il consiglio più adatto è quello di contrattare il prezzo prima di decidere di acquistare!!

    CUCINA: in Cina i pasti hanno molta importanza in quanto per loro è un momento di condivisione, ecco perché i cinesi condividono i piatti, i quali sono spesso messi in comune. I cinesi mangiano con l'aiuto di bacchette, di legno e più raramente di porcellana. La tavola, caratterizzata appunto da un aspetto sociale, è rotonda, talvolta con al centro un disco girevole sul quale si trovano i piatti in comune; nessun coltello è presente a tavola. Tutti gli alimenti sono tagliati in cucina, ad eccezione dei frutti di mare che talvolta sono serviti non sgusciati. La bevanda più diffusa, il , è consumato per le sue virtù digestive e decongestionanti. La birra e l'alcol di riso sono piuttosto bevande per le feste, riservate ai grandi eventi. Nondimeno, durante un pasto ordinario a casa propria, in generale non è prevista alcuna bevanda e ci si disseta con una zuppa. Non mancano mai il tofu, ovvero formaggio di soia, il riso bianco, cotto al vapore e quindi quasi colloso e gli spaghetti di riso oppure di soia. Molto presenti sono le verdure anche queste cotte per la maggioranza al vapore. Assolutamente consigliata da provare è la”marmitta mongola” (hot pot), composto da un recipiente colmo di brodo (piccante e non) e da un braciere, alimentato con carbone che mantiene il brodo in ebollizione, posti al centro della tavola in cui i commensali mettono, servendosi delle bacchette, le varie porzioni di carne ,pesce e verdure miste a cui fanno contorno tipiche salse cinesi. 
    Inoltre l’assenza di olio nella preparazione del piatto e l’originalità della sua presentazione ne fanno una scelta originale e soprattutto molto leggera.


    Modulistisca Scaricabile

  • Vietnam info icon

    Il VietNam è uno Stato del Sud Est Asiatico confinante con la Cambogia, il Laos e la Cina ed esteso per circa 1600 km lungo la costa orientale della penisola indocinese. La superficie complessiva del Paese è di 331.040 Km². Il territorio del Vietnam si affaccia completamente sul Golfo del Tonchino e sul Golfo del Siam.
    A livello politico il Vietnam è dal 1976 una repubblica socialista (anno nel quale Saigon fu ribattezzata Ho Chi Minh).
    Nel Paese la lingua parlata è il vietnamita, la quale si compone a livello scritto di caratteri latini.
    Le fedi religiose diffuse il buddismo (67%) il cattolicesimo (8%) e il Taoismo/Confucianesimo (4%).
    La moneta in corso è il Dong Vietnamita.

    ATTRATTIVE

    La Baia di Halong, bagnata dal mare del Tonchino con le sue acque turchesi.
    La città vecchia di Hanoi, dove le strade sono divise in corporazioni.
    Sapa e le sue etnie, in un paesaggio unico con montagne e terrazzamenti.
    Il fascino di Saigon, dove convivono grattacieli moderni, architettura coloniale francese e mercati asiatici.

    PASSAPORTO E VISTO

    Per l’ingresso in Vietnam è necessario possedere un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Il visto d’ingresso è necessario e può essere ottenuto presso l’Ambasciata del Vietnam in Italia oppure all’arrivo in aeroporto, previa attivazione della relativa procedura che viene espletata attraverso l’intermediazione di corrispondenti locali. All’arrivo nel Paese il visitatore deve compilare un formulario (Arrival/Departure Card), che dovrà essere esibito alle Autorità di polizia al momento dell’ingresso in Vietnam e conservato durante il soggiorno, poiché sarà richiesto al momento della partenza dal Vietnam. Se si prevede di uscire dal Vietnam e poi rientrarvi durante il periodo di soggiorno, occorrerà premunirsi in Italia di un visto per ingressi multipli, oppure ottenere un nuovo visto di entrata singola presso un’agenzia di viaggi prima di lasciare il Vietnam.

    Per maggiori info: http://www.vnembassy.it/default.htm

    CONSIGLI SANITARI

    E’ obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla solo per i viaggiatori provenienti da zone infette (alcuni Paesi dell’Africa e dell’America Latina) che abbiano più di un anno di età. Poiché la febbre gialla in Vietnam non è considerata endemica, la vaccinazione per chi parte dall’Italia non è necessaria. L’acqua non è potabile e, in alcune zone del Paese, è potenzialmente infettata da virus, parassiti e batteri o sostanze chimiche. Si raccomanda pertanto di bere solo acqua imbottigliata e di mangiare preferibilmente frutta sbucciata, evitando le verdure crude ed il ghiaccio nelle bevande. Si consiglia di  non consumare i cibi precotti in vendita nelle numerose bancarelle presenti in strada. Carne e pesce dovrebbero essere consumati ben cotti.

    MONETA

    La moneta locale è il dong che non è convertibile fuori dal Paese. 1 Euro = circa 20.000 Dong. I dollari americani sono comunemente utilizzati, eccezion fatta per gli uffici delle amministrazioni pubbliche, mentre gli euro cominciano ad essere accettati in molti alberghi, ristoranti ed esercizi commerciali. Possono essere utilizzati anche i traveller's cheques. All’arrivo in Vietnam tutti i viaggiatori sono tenuti a compilare una dichiarazione doganale su un apposito modulo, consegnato in genere prima dell’arrivo in aeroporto o disponibile ai posti di frontiera. Una volta vista e timbrata, tale dichiarazione deve essere conservata sino al momento dell’uscita del Paese, quando dovrà essere riconsegnata alle Autorità doganali. Somme di denaro contante superiori a 7000 USD devono essere dichiarate.

    Per il cambio attuale: http://it.finance.yahoo.com/valute/convertitore/#from=EUR;to=VND;amt=1

  • Cambogia info icon

    La Cambogia è uno stato asiatico confinante a nord ovest con la Tailandia, a nord est con il Laos e a sud est con il Vietnam. A livello politico la Cambogia è dal 1993 una monarchia costituzionale. Le elezioni del 1993 furono organizzate dalle Nazioni Unite dopo i vari colpi di Stato ed i tragici anni dei regimi di Lon Nol e Pol Pot (1970-1979). 
    La capitale Phnom Penh (1.169.800 abitanti) è situata sulle rive dei fiumi Mekon e Tonlè.  La lingua ufficiale è il Khmer, ma sono diffuse comunque anche il francese, l’inglese ed il Thai.Le religioni più diffuse sono il buddismo theravada (95%) e la corrente islamica cham (5%). La moneta utilizzata nel Paese è il Riel (KHR).

    ATTRATTIVE
    AngKor, meraviglioso. Templi e giungla convivono insieme regalando emozioni uniche
    La mitica Phnom Penh, con il suo fascino coloniale e l'energia della capitale.
    Le splendide spiagge di Sihanoukville, sabbia bianca e mare cristallino adatti per un meritato relax

  • Birmania info icon

    La Birmania, o Myanmar, è uno stato ad occidente della Penisola Indocinese, e confina a nord-est con la Cina, a est con Laos e Thailandia e a ovest con Bangladesh e India.  Dal 27 marzo 2006  la capitale è  Pyinmana è stata rinominata Naypyidaw, cioè "sede dei re".
    Il corso d'acqua principale è il fiume Irrawaddy e numerose sono le piantagioni che si stendono lungo le sue sponde. Le montagne si trovano a est, lungo il confine con la Thailandia, ed a nord si avvicinano alle cime più orientali dell'Himalaya. 
    Circa la metà del Myanmar è ricoperta di foreste, ed una parte del territorio è coltivato a riso. Dati dell'ONU definiscono il Myanmar uno dei dieci paesi più poveri del mondo. Il Myanmar è uno dei paesi meno occidentalizzati del mondo. 

    ATTRATTIVE
    - La prima capitale Yangon, nota anche come Rangoon, è la città più grande del Myanmar. Il suo ambiente coloniale e l’eredità religiosa fanno di Yangon uno dei luoghi piu’ affascinanti 
    - Kyaikthiyo, la Roccia d’oro, è un enorme masso circondato interamente in foglia d'oro ed equilibrato sul bordo di un dirupo frastagliato.
    - Lago Inle, uno dei luoghi più spettacolari e straordinari del Myanmar. Le sue acque calme sono costellate da vegetazione galleggiante e le canoe da pesca e le colline panoramiche offrono l'ambiente perfetto. 
    - Mandalay, la seconda città più grande del Myanmar ed una delle antiche capitali reali che viene spesso descritta nella letteratura asiatica per la sua eterna tradizione. 
    - Bagan, nota come uno dei più grandi luoghi architettonici in Asia. Quando Bagan era il centro di Myanmar dal XI al XIII secolo i monaci costruirono  numerose stupe e pagode e molti di questi sono ancora presenti sulle rive del fiume Irrawaddy. Bagan ha oltre 4000 templi di mattone rosso distribuiti in una pianura verde e lussureggiante.

  • Laos info icon

    Il Laos è uno stato del Sud Est asiatico che confina con Cina, Vietnam, Cambogia, Tailandia e Birmania e si caratterizza per non avere sbocchi sul mare.
    La capitale dello Stato è Vientiane (442.000 ab.). La seconda città più importante è Savannakhét (55.000 ab). Entrambe le città sono situate nella valle dei Mekong.
    La lingua ufficiale nel Paese è il Lao. Sono diffuse comunque anche il francese e l’inglese.
    Le principali religioni sono il buddismo (50%) e l’animismo (50%).
    La moneta utilizzata nel Paese è il Nuovo Kip laotiano.
      
    ATTRATTIVE
    Escursioni in battello lungo il fiume Mekong, per navigare il fiume più importante dell'Indocina
    Il tempio reale Wat Phra Keo ed il That Luang e potrete vedere anche i monaci nell’abito zafferano che da tanti templi di Luang Prabang camminano in una processione silenziosa per cercare le offerte dei credenti.
    L'antica capitale Luang Prabang, un gioiello dell'architettura coloniale.

  • India info icon

    L'India ha come capitale Nuova Delhi. È il settimo paese per estensione geografica al mondo. I suoi confini vanno dal Pakistan a ovest, Cina, Nepal e Bhutan a nord-est, e Bangladesh e la Birmania ad est.
    L’Induismo, il Buddismo, il Giainismo e il Sikhismo, sono nate in India mentre lo Zoroastrismo, l'Ebraismo, il Cristianesimo e l'Islam arrivarono entro il primo millennio d.C. Colonizzata dal Regno Unito dalla metà del XIX secolo e nel 1947 l'India è diventata un Stato nazionale, dopo una lotta per l'indipendenza caratterizzata da manifestazioni non violente guidata da Gandhi.

    ATTRATTIVE
    Il famoso Taj Mahal
    La magia del Rajastan
    Le incantevoli spiagge di Goa
    Il sacro fiume Gange
    Varanasi, la città eterna

  • Indonesia info icon

    L'Indonesia è uno Stato del sud-est asiatico. Composto da circa 17.000 isole, è il più grande Stato-arcipelago del mondo. Le cinque isole maggiori sono Giava, Sumatra, Kalimantan (la parte indonesiana del Borneo), Nuova Guinea (in comune con Papua Nuova Guinea) e Sulawesi mentre l’isola più famosa e conosciuta per la sua bellezza ed ospitalità è l’isola di Bali. L'Indonesia è una repubblica, con  capitale Giacarta.

    ATTRATTIVE
    La ridente isola di Bali, con i suoi templi, le sue coste e la gioiosa popolazione.
    L'affascinante Java con il misterioso Borobodur.
    Gli atolli delle isole Gili, per nuotare con le tartarughe.

  • Malesia info icon

    La Malesia è formata da due zone: la Malesia peninsulare, con la capitale Kuala Lumpur, l’antica Malacca e le piantagioni di tè di Cameron Highlands, e lo stato del Sabah e del Sarawak sulla parte settentrionale del Borneo dove troviamo le foreste primordiali, i vari parchi nazionali e i grandi fiumi. La Malesia Occidentale ha i suoi confini a nord con la Thailandia e a sud con Singapore mentre la Malesia Orientale confina a sud con l'Indonesia e circonda il Brunei.
    La  società  malese è sempre stata multirazziale infatti i malesi rappresentano il 57% della popolazione; i cinesi sono la seconda comunità. Il resto è popolato da minoranze etniche.La religione ufficiale è l’Islam, ma, viene professato anche il buddismo, il cristianesimo e l’induismo  La lingua ufficiale è il Bahasa Melayu (Malay) ma la lingua inglese è largamente diffuso, anche nelle zone rurali.
     
    ATTRATIVE
    La città con i suoi grattacieli: Kuala Lumpur, metropoli asiatica per eccellenza
    Il fascino delle città coloniali e rivivere i fasti di un tempo.
    Le magnifiche spiagge di Redang e Langkawi dal mare cristallino.
    La foresta primordiali: il Borneo

Viaggio su misura

Seleziona uno o più paesi che vorresti visitare.

  • Name

Avanti