Il Mekong è chiamato dai Vietnamiti “Cuu Long Ciang” cioè “Fiume dei Nove Dragoni”, riferendosi al suo delta anche vi si riconoscono effettivamente otto grandi estuari: questo perché secondo le credenze delle locali popolazioni,  il numero otto è sfortunato e per questo che è stato aggiunto un nono dragone, cioè un altro estuario del fiume anche se molto piccolo, stretto e piuttosto corto.

In effetti… per un vietnamita, un qualsiasi corso d’acqua rappresenta un’importante fonte di vita, una grande forza, un “dragone”. Ecco perché  riferendosi al suo Delta è stato chiamato “fiume dei nove dragoni”!

Il Mekong è il fiume più importante dell’Indocina, e uno dei maggiori di tutta l’Asia. Nasce nel Tibet orientale a 5000 metri di altitudine e, dopo un percorso di circa 4000 Km sfocia nel Mar Cinese Meridionale, dopo aver attraversato numerosi Paesi, tra cui il Laos, la Cambogia e lo stesso Viet Nam. L’antica colonia di Cocincina fa oggi parte del Viet Nam ed è la zona dove la popolazione vive uno stretto rapporto con il delta del Mekong. Questo incomincia in prossimità di Phnom-Penh (Cambogia), dove il fiume è largo 3 Km; presenta una superficie di circa 22.000 km² (quasi quanto la Sardegna), che si è formato in seguito alle alluvioni del Mekong stesso e che hanno colmato, in epoca recente, un antico golfo marino che si trovava tra la catena Annamita e la catena dell’Elefante. La zona costiera della Provincia di Kien Giang nel 2006 è stata riconosciuta riserva della biosfera dall'UNESCO.

I rami del Mekong comunicano tra loro attraverso una grande quantità di canali naturali detti “rach”, ma anche per mezzo di canali interamente scavati dall’uomo. In questa zona la navigazione si basa molto sulla marea. La fitta rete di canali rappresenta la vita stessa del paese: molte “giunche” e “sampan” circolano avanti e indietro, costituendo il mezzo di trasporto e di comunicazione più frequente.

La pianura del delta del Mekong, situata in zone calde e bagnate da frequenti piogge, è infatti molto adatta alla coltivazione del riso e per questo  si possono ottenere due raccolti durante l’anno. Il riso non è l’unica ricchezza agricola della regione. Sono state introdotte o incrementate altre colture come piantagioni di caucciù, caffè, juta, pepe, tabacco, cotone, palme da cocco; piuttosto importante e’ la coltivazione della palma da zucchero. Non mancano però zone a foresta di una certa ampiezza

Ci vorrebbero molti giorni per un giro intorno a tutto il delta del Mekong, ma alcune località sono da inserire fra quelle da non perdere! A vostra scelta, ovviamente…

Can Tho la più grande città nel Delta del Mekong;

Cai Rang mercato galleggiante  a sud della città di Can Tho e fra più famosi;

Chau Doc ai confini del Viet Nam è il punto di imbarca in motoscafo  lungo il Mekong verso Phnom Penh, la capitale cambogiana. Chau Doc è una città con un mix di culture, mercati e case galleggianti e l'incredibile pagoda Tay.

Cai Be è  uno dei mercati più grande in tutto il Vietnam e una piccola città con una cattedrale coloniale francese;

Ca Mau, lontano dal turismo di massa,  offre il parco naturale U Minh;

Cao K?t dove si trova una sorta di Mausoleo alla memoria dei soldati Viet Cong uccisi durante la guerra del Viet Nam con oltre 3000 tombe. Nella medesima zona di trovano anche diversi parchi naturali ;

Long Xuyen la seconda città più importante nel Delta del Mekong dopo Can Tho;

Vinh Long capitale della provincia omonima offre ai visitatori musei della guerra in Vietnam e templi;

Sa Dec chiamata la Venezia Vietnamita è una città coloniale lungo i canali del Delta del Mekong ed ha  un variopinto mercato dei fiori;

E  proprio dal delta del Mekong che ho iniziato il mio vero e proprio viaggio fra Vietnam e Cambogia, privilegiando le vie d’acqua del Mekong anche per gli spostamenti…

Un itinerario curato nei massimi particolari dalla DGV TRAVEL  ...un bellissimo Viaggio su misura fra emozioni indimenticabili!

Per secoli l'attuale regione del delta  Mekong era parte dell'Impero Khmer: il  progressivo crollo dell'impero Khmer diede modo nel tempo  ai vietnamiti di subentrarne nel controllo e nella potestà    dal 17 ° secolo.
Nel 1975 però, i Khmer Rossi lanciarono vari attacchi  contro i villaggi del Delta reclamando la regione come propria.
E fu proprio questo uno dei vari motivi per cui alla fine del 1978 il Vietnam invase la  zona attaccando “la Cambogia” dei Khmer Rossi.

Allo stato attuale, il Delta del Mekong è quindi  abitato da una maggioranza etnica vietnamita, anche se è ancora possibile trovare grandi comunità di origine cambogiana che hanno mantenuto le proprie tradizioni.

Ma tornando alla mia esperienza…da Ho Chi Min via terra, eccomi arrivare  a Cai Be...una graziosa e autentica cittadina con un mercato galleggiante fra i  più tipici del delta.

Centinaia di imbarcazioni, dalla più grossa alla più piccola delle piroghe, propongono frutta e verdura. È il mercato dei grossisti. Ho visto tonnellate di ananas, cavolfiori, angurie, pomodori, barbabietole... Quando una barca è specializzata in un frutto, ne appende uno sopra un palo a mo' d'insegna!!!
Una esperienza da vivere. ..a contatto  con queste meravigliose popolazioni, che vivono anche su questi grandi barconi!

Cai Be era il centro amministrativo, economico e politico del Vietnam meridionale ed fu chiamato “Cai Be Dinh” (1732 – 1757) poi Long Ho Dinh. Oggi Cai Be è uno dei più importanti distribuitori dei prodotti agricoli, sopratutto i frutti tropicali per tutto il paese e anche ai paesi intorno. Questa cittadina ha un sistema ecologico particolare: il fiume Mekong e la sua una rete complicatissima di canali nei suoi dintorni ( oltre alla sua cultura) hanno fatto di Cai Be un miniatura del Delta del Mekong con tutte le caratteristiche più importanti della zona fluviale del delta nel suo complesso.

Impagabile la visita al colorato mercato galleggiante di Cai Be e presso le botteghe locali dove si può osservare come vengono fatte la pasta di riso, le caramelle di cocco e pop di riso. Di particolare interesse è la visita ai villaggi dove la vita quotidiana, oggi come nel passato, accoglie con tutta la sua tradizione e la maestria nel preparare e confezionare prodotti artigianali: gli involtini primavera, la salsa di pesce e la salsa di soya, il sale da cucina e le foglie di cocco...che dire...tutto buono!!!!!!!

Ed è a questo punto che viene il bello: trascorrere sulla giunca in legno BASSAC, due giorni trascorredoci la notte!

Natale sul delta del Mekong...aria secca, ma calda, addobbi natalizi sulla giunca: una sensazione strana e piacevole allo stesso tempo!!!! Gli auguri fra gli imbarcati e l'equipaggio..la cena di Natale al lume di candela, parlare con vicini di tavolo in francese (tanti) o in inglese ....Tutto mi porta più volte a pensare di stare sognando, un bel sogno però!!!!!!

Ma procedono anche le visite percorrendo il canale di Cho Lach, mentre, dopo pranzo a bordo è bellissimo ammirare i frutteti lungo il canale, guardare il traffico fluviale, l’artigianato e la vita della popolazione sulle due sponde del fiume. All’arrivo a Co Chien, visito un villaggio di ceramica per assistere a delle tecniche tradizionali di cottura e facendo una passeggiata tra i frutteti nei dintorni. Poi...nuovamente BASSAC e Imbarco di nuovo per la partenza verso la riviera Mang Thit.

.

Il Bassac attracca da ultimo a Tra On per pemettere una bella dormita rilassante a bordo del battello, cullati dolcemente, senza alcun rullio!!!

La mattina presto...mi sveglio per assistere alla vita quotidiana sul Mekong, perchè percorrerere su una barca il fiume Mekong ti lascia una particolare sensazione di meraviglia per la vasta grandezza del fiume e per il traffico di imbarcazioni, chiatte con il cemento, mercati locali sulle acque che si svolgono ad ogni ora.


Il fiume è una enorme via d'acqua utilizzata anche per trasportare i prodotti della terra al locale mercato formato da imbarcazioni di varie dimensioni che molto spesso, sono anche le abitazioni dei venditori. Il primo impatto è di stupore nel vedere queste barche dall'apparenza, alcune, poco curate, cercare di capire che cosa vendono grazie a delle lunghe aste che si alzano verso il cielo
Simpatico l'ormeggio a fianco ad ai venditori di frutti con bevuta di cocco appena aperto, ananas dolcissimo ed assaggi vari!!!!!

Interessante la successiva discesa a terra con visita a zone ove si svolgono attività locali artigianali (distillati di grappa di riso - piadine di riso - caramellati di riso ed altro) ed il bellissimo incontro con la gente del posto, cordiale, gentile sempre sorridente e con grande attenzione per gli ospiti.

kong Percorso dei canali fiancheggiati da frutteti dove si può raccogliere e gustare della frutta esotica : anche questo è il fascino infinito del leggendario Fiume Mekong!!!!

Nel pomeriggio, purtroppo giunge l'ora di lasciare il comodosissimo BASSAC ... direzione di Chau Doc, non senza visitare la vicina pagoda Khmer e fare una bella sosta per bere il BUONISSIMO CAFFE' VIETNAMITA!!

Ed è quasi subito tempo di salire su...un altro battello per visitare un villaggio di pescatori e gli allevamenti di pesce lungo fiume Bassac (un braccio del fiume Mekong) e di un villaggio del gruppo etnico Cham, con la propria moschea.

Girovago un pochino a Chau Doc, ma la vista dalla terrazza della mia stanza in hotel sul Fiume è davvero mozzafiato.... ed alla fine mi do' un pochino di pace.....rimanendo a guardare il tramonto sul Fiume, l' accendersi delle luci e il lontano richiamo alla preghiera serale.

Da Chau Doc si può facilmente raggiungere la capitale della Cambogia, Phnom Penh in aliscafo...via Fiume.....ed è quello che farò domani, attraversando il confine ( con lo stop di rito per il controllo documenti lungo il MeKong!)

Ma questo ….lo lasciamo ad un' altra parte di questo “Spunto di Viaggio di Mimma”.....

 

Il Delta del Mekong mi ha lasciato tanto..tante emozioni, ma sicuramente la più bella è stata l'incontro con la popolazione che abita questa area......dai più grandi ai più piccoli, con le loro rughe o i visi solcati, con le mani callose e quasi avvizzite dal sole gli uni...o con i loro sorrisi ingenui e le voci trillanti gli altri, mi hanno raccontato una Storia , che mai nessun testo potrà riportare:

La loro Vita!!! Che porterò sempre nel mio animo e nel mio cuore come il più prezioso dei gioielli dell'universo.....

E so che nel corso di questo viaggio.....ci saranno tanti momenti di Grande e profonda Emozione....le ho cercate ...le ho volute fortemente!!!! Perchè questo Viaggio, fosse veramente quel Viaggio nel Viaggio che da sempre Cercavo!

 

Alla prossima … By Mimma!!!!!!