Thailandia

" Arrivammo in Thailandia tanti anni fa e subito capimmo che era una paese abituato ad accogliere persone straniere, con il loro sorriso ed il loro saluto nell’unire le mani. Bangkok ti avvolge e ti stupisce per i suoi contrasti e le sue bellezze, il triangolo d’oro del Nord rimarrà  nelle nostre menti per le foreste e i corsi d’acqua mentre il sud per il suo mare cristallino dove ogni isola ha la sua peculiarità e le sue bellezze. Un viaggio in Thailandia rimane sempre nel cuore. "

La Thailàndia, ufficialmente Regno di Thailandia è uno Stato del sud-est asiatico, confinante con Laos e Cambogia a est, golfo di Thailandia e Malesia a sud, con il mare delle Andamane e la Birmania a ovest, e con Birmania e Laos a nord.
La Thailandia è nota anche come Siam, che fu il nome ufficiale della nazione fino al 24 giugno 1939 e venne anche utilizzato dal 1945 fino all'11 maggio 1949, data della definitiva assunzione dell'attuale denominazione.
La parola Thailandia deriva dal thai e significa "libero" o "indipendente" nella lingua thailandese. Alcuni abitanti, ed in particolare la considerevole minoranza cinese, continuano ad usare il nome Siam.
Fra i paesi del Sud-est Asiatico, la Thailandia è quello che conserva più evidenti tracce del passato storico e artistico e offre al turista antiche rovine, templi, città abbandonate. paradisiache spiagge e isole incantate. Chi è attratto dalle grandi città, troverà in Bangkok un delizioso esempio di metropoli caotica e inquinata, ma piena di energia e di tesori culturali. Viaggiare per la Thailandia non è difficile: i trasporti sono efficienti, non si paga troppo per dormire e la cucina nazionale è squisita. Si è ormai diffusa dappertutto la fama dell'incredibile ospitalità dei thailandesi, popolo spesso descritto come godereccio e spensierato, che però nei secoli ha lottato per mantenere intatto lo spirito di libertà e di indipendenza.

DOCUMENTI E VISTI

È necessario essere in possesso di passaporto individuale con validità minima di 6 mesi. In caso di soggiorni superiori a 30 giorni è necessario il visto turistico ottenibile presso le sedi consolari o presso l’ambasciata tailandese. Si segnala che per gli arrivi in Thailandia via terra il soggiorno massimo consentito è di 15 giorni dalla data di ingresso nel paese.

SANITÀ

Non c’è alcun obbligo di vaccinazioni; consigliata la profilassi antimalarica per coloro che intendono recarsi in zone rurali nel nord del paese.

LINGUA

La lingua ufficiale è il thai, ma è molto diffusa anche la lingua inglese.

FUSO ORARIO
+6 ore rispetto all’Italia (+5 quando è in vigore l’ora legale).