Corea del Sud

" Appena atterri all’ aeroporto di Seoul capimmo che eravamo arrivati in una nazione che si affaccia al futuro ma che ha tutti gli aspetti delle metropoli asiatiche. Usciti dalla capitale abbiamo visto una bellissima natura, città con efficienti metropolitane e dormire una notte nel tempio rimarrà per sempre nei nostri ricordi. "

La Corea del Sud, ufficialmente conosciuta come la Repubblica di Corea, è uno stato dell'Asia orientale che occupa la metà meridionale della penisola coreana. Confina a nord con la Corea del Nord, a ovest con il mar Giallo (e poi la Cina), a sud con lo stretto di Corea e ad est con il mar del Giappone (e poi il Giappone).

La sua capitale, Seoul, con più di 20 milioni di persone nella sua area metropolitana, è una delle città più popolate del mondo. Il paesaggio è prevalentemente montuoso, nonostante ciò con i suoi 50 milioni di abitanti, la Corea del Sud è il ventesimo paese più densamente popolato al mondo (il terzo, dopo Bangladesh e Taiwan, non prendendo in considerazione i micro-stati). Scavi archeologici hanno dimostrato che la Corea è stata abitata sin dal paleolitico inferiore; ma la storia della Corea inizia nel 2333 a.C. con la fondazione di Gojoseon da parte di Dan-gun. Dopo l'unificazione dei tre regni di Corea sotto il regno di Silla nel 668 d.C., si successero le dinastie Goryeo e Joseon fino all'invasione giapponese della Corea nel 1910. Dopo l'occupazione sovietica e statunitense del paese conseguente alla seconda guerra mondiale, la Corea venne divisa in Corea del Nord, sotto l'influenza sovietica, e Corea del Sud, sotto quella statunitense. Il 20 giugno 1950 il nord, appoggiato dalla RPC e dall'Unione Sovietica invase il sud, causando la cosiddetta Guerra di Corea, un conflitto bellico con 4 milioni di vittime, interrotto di fatto nel 1953, anche se la sua conclusione non è mai stata ufficialmente dichiarata. Il meraviglioso paesaggio della Corea del Sud ha inoltre giocato un ruolo molto importante nel creare un'identità nazionale coesa. Si tratta infatti di un territorio immerso nel verde, con alture di pietra che si innalzano nel cielo, elementi fondamentali per un popolo ossessionato dalla natura e dalle montagne in particolare. Dovunque andiate, vedrete i coreani all'aria aperta, pronti all'ennesima avventura, e diretti sempre più avanti o sempre più in alto.

DOCUMENTI E VISTI
Per entrare in Corea, non occorre alcun visto per i viaggiatori provenienti dai paesi europei a condizione che il soggiorno non superi i 90 giorni. Basterà disporre di un passaporto valido almeno sei mesi oltre la data di ritorno.

SANITÀ
Per entrare in Corea non occorre alcun vaccino. Il paese non presenta alcun rischio sanitario rilevante. Normalmente, si può bere l'acqua del rubinetto senza problemi. In caso di problemi di salute, prevedere comunque una buona assicurazione, poiché il prezzo delle cure mediche potrebbe essere alto sul posto.
La commercializzazione, il trasporto e il consumo di pollame aumentano con l'avvicinarsi del nuovo anno lunare, a inizio febbraio 2005, riferisce l'OMS. Tutte queste attività creano condizioni favorevoli alla propagazione delle ondate di "influenza dei polli", il che richiede un rafforzamento delle misure volte a contrastarla. Lna vaccinazione antinfluenzale per coloro che si recano nei paesi asiatici interessati dall'influenza aviaria, ad oggi, non è considerata utile, né consigliata.

LINGUA
La lingua ufficiale è il coreano, (l'Hangul) che dispone di un suo proprio alfabeto fonetico. Pochi coreani conoscono le lingue straniere, ma le giovani generazioni imparano l'inglese.

FUSO ORARIO
+ 8 ore in inverno/+ 7 ore estate