Il Museo delle Belle Arti di Ho Chi Min City si trova in una magnifica residenza in stile Art déco, ex proprietà di un ricco mercante cinese appassionato d'arte che risale al 1929, realizzata combinando gli stili architettonici cinese e francese. Con il tempo, le vetrate colorate si sono un po' sbiadite, ma le ampie scale in marmo e le lucenti mattonelle che ricoprono le pareti hanno mantenuto intatto il loro splendore.

Qui si possono vivere le emozioni di una nazione attraverso una mostra di dipinti che ritraggono il Vietnam lacerato dalla guerra!

Da meraviglia invece le statue in pietra del VII secolo e le tele su cui sono raffigurati alcuni dei più spettacolari paesaggi vietnamiti.

Iniziando dal piano terra, si possono ammirare varie esposizioni di dipinti di artisti locali. La maggior parte dei quali ritaggono paesaggi vietnamiti e soggetti più comuni sono le pagode e le regioni costiere del Vietnam meridionale.

Alcuni quadri sono delle prime prove per creare quella che qui è arte astratta la cosa interessante è che alcuni di questi sono disegni fatti di bambini, con numerosi dipinti che evocano la guerra....interessante saper che sono molti di questi quadri in vendita e che i prezzi non sono alti!

 

Salendo l'ampia scalinata fino al primo piano, si possono ammirare le opere di alcuni dei più rinomati artisti vietnamiti del XX secolo, tra cui Trinh Cung, Do Quang Em e Diep Minh Chau. L'attrazione principale è una mostra di bellissimi dipinti realizzata in onore di coloro che parteciparono alle guerre contro gli Stati Uniti e la Francia.

Svariate opere sono ritratti di eroi, che sventolano la bandiera rossa vietnamita, ma anche bambini con il fucile in mano, un soldato ferito che si unisce al Partito Comunista, molti i carri armati e le armi, i disegni e i dipinti delle rivolte del 1973 nelle prigioni e alcuni quadri astratti.

Anche qui si possono vedere molte immagini dello zio Ho, che sarebbe Ho Chi Minh

 

Al secondo piano del museo sono esposti rari manufatti storici: numerose incisioni su pietra e legno del Regno di Funan che raffigurano Buddha e Vishnu, altre incisioni e figure in pietra provengono dal delta del Mekong, nella parte sud-occidentale del Paese.

Sono presenti infatti molte opere, tra le quali sculture e le varie statue che risalgono al IV secolo, durante il periodo del Funan. Si possono infatti vedere ritratti di Vishnu, il Buddha, molte sono anche intagliate sia in legno che in pietra.

Molto belli anche alcuni pezzi di Arte Cham, i migliori dopo quelli presenti nella città costiera di Danang.

Nel Museo sono presenti anche begli esempi di arte indiana, tra le quali alcune teste di elefante scolpite in pietra e alcuni reperti che risalgono alla fantastica civiltà di Angkor, presente in Cambogia.

In ogni caso se avete tempo il museo merita comunque di essere visto, soprattutto per meglio conoscere il Vietnam e la sua gente, ciò che hanno vissuto e ciò che stanno vivendo attualmente.

Prima di lasciare il museo, cogliete l'occasione di prendere uno dei più antichi ascensori ancora funzionanti presenti a Città di Ho Chi Minh. Se preferite le scale, guardate comunque come l'ascensore scivola silenzioso tra i vari piani.