Colombo è una città da visitare e non by-passare nel corso di una visita in Sri Lanka poiché rappresenta una vera e propria summa delle diverse identità di questo Paese con i suoi strati e strappi spirituali e coloniali, per comprenderne appieno le radici storiche ma anche lo spirito di modernità che avanza.

Attivissimo porto fin dall'antichità deve il suo nome alla denominazione araba “Kolam”. Dal 1518 fu una delle principali basi dell'Impero portoghese che vi possedeva un piccolo forte. Nel 1656 fu conquistata dagli Olandesi e nel 1796 da una spedizione inviata dal governatore inglese di Madras. Come capitale di Ceylon indipendente, nel gennaio 1950 e nel febbraio 1951 ospitò le due conferenze preparatorie del Piano di Colombo ed è successivamente diventata sede degli organismi del piano stesso.

Ecomomicamente lo Sri Lanka è sempre stato uno dei principali e più rinomati paesi esportatori di spezie ed in particolare di cannella di pregiata qualità ed il monopolio nel suo commercio rimase in mano alle popolazioni arabe sino a quando prima i Portoghesi poi gli Olandesi e per ultimi gli Inglesi nel corso delle loro dominazioni iniziarono a colonizzare il Paese! Negli anni venti invece Colombo era “la città giardino d’Oriente” e soprattutto gli europei vi soggiornavano per diverso tempo.

Oggi è una città in piena evoluzione e riesce a sorprendere per la varietà di etnie presenti, per i suoi monumenti, per i suoi alberghi, per i suoi di viali alberati e per la presenza di vecchi mercati insieme a nuovissimi centri commerciali e moderni grattacieli.

Il Quartiere di Pettah, una delle più storiche di Colombo è famoso per i mercati che si svolgono qui da sempre. Non è assolutamente un quartiere turistico ed è un’esperienza piuttosto forte (soprattutto il mercato ortofrutticolo), ma se volete vedere come vive la gente del posto qui ve ne potete fare un’idea. Vi si trova davvero di tutto, dagli abiti alla bigiotteria, dagli shop di musica alla frutta e verdura. Un mix di odori, colori e immagini che sa entrarti nella pelle. Per chi ama il contatto con la gente del posto...ve lo straconsiglio!!

Il mercato termina nei pressi della stazione dei treni, qui vicino hanno inaugurato un nuovo centro commerciale “galleggiante” perchè costruito sulle rive del Beira Lake. E’ un posticino tranquillo dove sedervi all’aperto e mangiare qualche “short eats” con vista lago.

Cinnamon Gardens è un quartiere di lusso situato nel centro di Colombo, capitale dello Sri Lanka, e prende il nome dalla piantagione di cannella che sorgeva in quella zona della città fino alla fine del Settecento.

Attualmente il quartiere Cinnamon Gardens ospita la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Municipio di Colombo, il Museo Nazionale, l’Arcade Independence Square, il Dipartimento di meteorologia e numerose ambasciate straniere. Nella stessa area si trovano anche scuole di una certa importanza (come il Royal Collage e il Musaeus College), oltre all’Università di Colombo e all’Università delle Arti visive e teatrali.

Altri luoghi interessanti da vedere:

Il Fort – il centro commerciale dello Sri Lanka, dove moderni edifici e grattaceli in marmo e vetro sono accanto a vecchissimi e storici palazzi come Millers e Cargills (il negozio piu’ antico di Colombo fondato nel 1844 con i suoi ampi muri in pietra rossa);

Il National Museum e’ uno dei posti da non perdere assolutamente. E’ allestito in un bell’edificio risalente al periodo coloniale (costruito nel 1877) e ospita numerosissime opere d’arte, bassorilievi e sculture della antica storia dello Sri Lanka, fra cui anche il magnifico trono reale del 1693.

Da visitare anche i numerosi templi hindu, le moschee, la chiesa olandese Wolvendaal, l’ampia cattedrale cattolica di Santa Lucia (la piu’ grande dello Sri Lanka) che puo’ ospitare fino a 5000 fedeli) e la chiesa di St. Anthony la cui statua sembra avere poteri miracolosi.

Il Bandaranayaka Memorial International Conference Hall (BMICH) che e’ la sede di molte conferenze internazionali, fu costruito per ospitare il summit mondiale dei paesi non allineati.

L’importante tempio buddhista di Gangaramaya vicino al Beira Lake, una eclettica cittadella di preghiera, studio e attività diverse coma di effigi, donazioni e oggetti vari è ospitata in una struttura altrettanto articolata. Ogni anno si festegga la NAWAM PERAHERA nel giorno di poya (luna piena) di Febbraio.

Molto bello anche assistere alle cerimonie dei matrimoni tradizionali che si svolgono: una vera festa piena di allegria.....e sono diverse le coppie che fanno benedire la propria unione nello stesso giorno!!!!

Galle Face Green: E’ la famosa passeggiata sul lungomare con il Galle Face Hotel (storico albergo coloniale) situato nella parte sud. E’ un luogo molto frequentato dagli abitanti di Colombo per passeggiare, fare jogging, far volare gli aquiloni e nel pomeriggio (sopratutto di sabato e domenica) anche per mangiare nei numerosi chioschi

La Fort Clock Tower era il faro del molo principale ma sessant'anni fa ha smesso di indicare la rotta - quello nuovo è a Galbokka point !

Il periodi della colonizzazione olandese s'intuisce nel cortile del seicentesco Vecchio Ospedale Olandese (oggi un concentrato di bistrot e ristoranti), tra i reperti polverosi del Museo del Periodo Olandese (ex residenza del governatore) nella chiesa settecentesca Wolvendaal. La cattedrale cattolica di Santa Lucia si staglia ancora più imponente (è considerata la chiesa più grande dello Sri Lanka) e pare ispirarsi a San Pietro. Le chiese di San Pietro (quella locale) e di Sant'Antonio completano questo primo quadro cristiano.

E ancora......moschee(la Moschea Rossa Al Alfar e la Grande Moschea sono le più importanti ) ... ...kovil ….templi buddisti.

Quindi mi sembra proprio il caso di valorizzare “la terza capitale dimenticata” ... Colombo!!

https://www.youtube.com/watch?v=fNZALmCzimA