Danang è soprattutto meta obbligata per scoprire le testimonianze della civiltà Cham, sviluppatasi per secoli proprio in quest'area centrale del Vietnam. A Danang e in altre vicine località della regione si possono dunque visitare le opere e i monumenti di questa antica cultura..punti da non perdere volendo veramente scoprire ed approfondire, fra mille Emozioni, la conoscenza

La città di Da Nang, è la quarta città del Vietnam posizionata nella parte centrale di questo Paese: la sua posizione poi la rende una meta appetibile per viaggiatori e turisti, poiché si  affaccia sul mare. Durante l'occupazione coloniale francese fu ribattezzata Tourane e divenne uno dei centri più importanti dell'Indocina, mentre nel 1965 le sue spiagge videro lo sbarco dei marines americani dopo i bombardamenti sul Vietnam del Nord (Da Nang fu la principale base aerea americana durante il conflitto in Vietnam) .

Da Nang è molto apprezzata anche perché vicina ad almeno tre luoghi del Vietnam che meritano di essere visitati:

-           A 30 km a sud di Da Nang sorge Hoi An, con il suo porto commerciale risalente al XV secolo ben conservato, città Patrimonio Unesco. All'altezza di Hoi An ma in posizione più interna si può visitare il complesso monumentale di,

-          My Son, principale luogo di culto dei sovrani del regno Champa, che qui venivano cremati. La stele più antica risale al IV secolo: anche il sito di My Son è Patrimonio Unesco;

-          A soli dieci chilometri da Danang, si trovano invece le cosiddette Montagne di Marmo, o Montagne dei cinque Elementi: metallo, acqua, legno, fuoco, terra. Oltre a fornire marmo pregiato, e a costituire un interessante punto di vista panoramico, ospitano templi, pagode e misteriose grotte, all'interno delle quali vi sono altari dedicati a Buddha e ad altre divinità bianca, sono circondate da una natura rigogliosa e vengono lambite da un mare cristallino.. DA VIVERE!

La scuola Cham è stato un fenomeno culturale ed artistico di origine indiana che trovò il suo ambiente fertile all'interno del regno del Champa, situato geograficamente in Indocina e formatosi, storicamente, verso il 200 d.C. Ovviamente i primi segni artistici precursori della scuola di Cham risalgono a qualche secolo precedente e sembra possano provenire anche dalle isole indonesiane, a quei tempo un punto d'incontro di culture diverse come quella indiana, quella cinese e quella indonesiana.

Di grande interesse, da questo punto di vista, è il “Museo della scultura Cham” che si trova sul lungomare di Danang. ll museo è stato realizzato per conservare i reperti della cultura Cham: le statue sono ben tenute ed etichettate, ma si deve deve girovagare un po' a caso per guardare tutti i reperti, perché non viene proposto un ordine per la visita. Per chi vuole entrare a contatto con una cultura e un'arte decisamente lontana da quella occidentale è una tappa che consiglio vivamente!

 Il museo offre una chiara visione dei quattro periodi che caratterizzarono la storia dei Cham, con bellissime sculture e incisioni che mettono in evidenza i risultati raggiunti da questo florido Regno e l'evoluzione artistica e culturale che lo connotò nel corso dei secoli. A My Son, a partire dal IV secolo d.C., vennero realizzati molti templi e torri dedicati alle divinità e ai re. Prima della guerra, in quest'area si trovavano oltre 70 opere architettoniche costruite con vari stili in epoche diverse: oggi ne restano una ventina circa, ma sono comunque in grado di evocare il fascino di questo popolo e di offrire una esaustiva panoramica della sua evoluzione culturale.


Il primo edificio del museo è stato inaugurato nel 1919, ma molte sculture di rilievo DEL Regno dei Cham raccolte da Da Nang, Quang Nam ed altri luoghi sono state collocate in questo Museo solo nel corso degli ultimi venti anni. La collezione fu iniziata dagli archeologi francesi ed esperti di “L'École Française d'Extrême Orient” (EFEO), ma alcuni artefatti sono stati inviati ai musei di Parigi, Ha Noi e Saigon!

Questo museo raccoglie oggi la collezione più completa di sculture Cham del Vietnam, circa 300 opere originali in pietra arenaria e terracotta che illustrano l'evoluzione dell'arte della popolazione Champa dal VII al XV sec. Il museo è ospitato in un edificio, affacciato su un cortile e un giardino abbellito da alberi di frangipane, ispirato alla tipica architettura dei templi Cham e realizzato dagli architetti Delaval e Auclair in base ai progetti di Henri Parmentier. E’ ancora possibile ad apprezzare la qualità artistica delle figure, tra cui vi sono: Shiva, garuda, naga, leoni, scimmie, e gli elefanti.

Non mancate di visitarlo, vi farà vivere la cultura Cham!

By Mimma



Riferimenti:

Mappa del Museo: http://www.chammuseum.danang.vn/Portals/0/DitichCham/01My%20son.jpg

http://www.danang.gov.vn/portal/page/portal/danang/trang_chu

http://www.viajeuniversal.com/vietnam/PROVINCIADANANG/MUSEOCHAMDANAG/MUSEOCHAM.htm