Giusto un anno fa, scrivevo nella mia recensione sul Viaggio in Sri Lanka: „siccome non c'e´due senza tre...possiamo dire: DGV TRAVEL, certo che ri-viaggeremo con VOI...aspettateciii! „ ...e cosí é stato!!!

Questa volta: destinazione la magica Terra del Myanmar, alla scoperta di luoghi magnifici e ricchi di Storia, di miti e leggende...ma soprattutto alla scoperta dello „spirito piú vero e profondo“ del meraviglioso popolo birmano che nonostante il lungo periodo dittatoriale e di guerre pregresse, che lo hanno „chiuso“ al resto del mondo, ha mantenuto nel tempo le profonde radici della propria cultura e delle proprie tradizioni anche attraverso la profonda forza nella fede buddhista Therawada!

Un Paese che ora si sta aprendo al mondo con Mama Suu, The Lady Aung San Suu Kye, profondamente amata dal popolo birmano!

28 giorni il visto e 28 giorni pieni in Myanmar...ma ci torneró!!!!

Non posso che nuovamente lodare e dire grazie alla DGV TRAVEL per questo ultriore stupendo viaggio nel viaggio, che mille emozioni ha lasciato nel mio cuore, facendomi innamorare di questo Paese ancor piú di quanto giá amavo da tempo..un ritorno che questo caso mi ha permesso di visitare il Myanmar anche fuori dai soliti itinerari!!

Una organizzazione „ alla grande“ sin dall´inizio, grazie alla capacitá e le professionalitá che gia´mi avevano fortemente colpita nei precedenti due Viaggi ( Vietnam e Cambogia - Sri Lanka): ogni particolare, luogo visitato, mezzo di trasporto, guida in italiano, hotel, interessamento circa l'andamento del viaggio medesimo da parte della DGV Travel e dei referenti locali, hanno "centrato appieno le mie aspettative" di viaggiatrice , che ama viaggiare..."su Misura" ed emozionalmente !

Un Grazie va soprattutto ad Alessia D´Ereditá, Michele Vignieri ( direttore della Struttura) e tutto lo Staff

L'itinerario, poi, molto vasto ed interessantissimo, ha coinvolto nei primi 15 giorni solo me...e poi si é aggiunto il mio compagno e con noi sempre la preparatissima guida Zwin Win che sempre ci ha accompagnati...aggiungendo anche lui ulteriori „emozioni alle emozioni“ !

vi riporto ora il mio viaggio in pillole...poiché approfondiró diversi aspetti nei prossimi articoli su „ Spunti Viaggio“ !

il Viaggio é iniziato da Yangon...con una prima Passeggiata per „smaltire il fuso orario „ ed iniziare a conoscere un pó questa cittá.

Il giorno successivo volo per Heho e via verso Pindaya, Must della prima vera giornata di questo viaggio, visita alle famose Grotte di Pindaya: un luogo unico, al cui interno sono presenti migliaia di statue di Buddha, di ogni forma e dimensione. Da rimanere a bocca aperta!

Da Pindaya …. al vicino mercato settimanale un primo bellissimo incontro con le diverse minoranze etniche, quindi verso Nyaung Shwe, il villaggio „ingresso“ al lago di Inle visitando il monastero di teak Shweyanpyay !

Ma eccomi sul lago Inle, dove ho trascorso tre giorni pieni, con mille Emozioni e luoghi visitati: stupendi i paesagg,i le acque punteggiate di vegetazione galleggiante ….infinite imbarcazioni di pescatori... villaggi lacustri Intha, con e i loro incredibili giardini galleggianti, i mercati a Indein e le sue stupe, l´incontro con mille minoranze etniche!

E poi..Mandalay „la cittá mistica“ con mille monasteri, pagode, scuole per i monaci..mille esperienze indimenticabili!!
Stupenda ed immancabilela visita alla pagoda Kuthodaw, definita “il più grande libro del mondo” per la collezione di 729 lastre di marmo incise con istruzioni buddiste, l’imponente monastero Shwenandaw, unica struttura estante del Palazzo Reale del XIX secolo, la pagoda Mahamuni con il suo Buddha ricoperto da foglie d’oro , le mille botteghe di botteghe di artigianato ...sempre a Mandalay. Meravigliosa anche la visita al monastero sulla collina di Mandalay che domina la città e offre un panorama incredibile. Da Mandalay..un giro sino ad Amarapura, penultima capitale reale, con il monastero Mahagandayon, e a breve distanza visita del leggendario ponteU Bein sul lago Taungthaman, costruito quando Amarapura era al centro delle attenzioni reali. E poi..attraversato il il ponte sul fiume Irrawaddy per raggiungere la collina Sagaing che, con le sue 600 pagode e i suoi monasteri.Qui risiedono circa 3.000 monaci e vi sono quasi 100 santuari di meditazione: stupende la pagode Swan Oo Pon Nya Shin, U Min Thone e Shin Sae Pin Nan Gyaing. Sagaing è uno dei luoghi più importanti della vita spirituale del Myanmar, A Sagaing ci sono anche molti conventi. Le suore „rosa“ ..mi hanno donato una delle piú inntense emozioni di questo meraviglioso Viaggio.. qui ho loro offerto un pranzo e mille preghiere ho ricevuto!!! Una EMOZIONE che é splendido aggiungere..ben sapendo che qui i conventi vivono grazie alle donazioni e che molte monache sono orfane o vengono di famiglie povere che le inviano in questi luoghi per essere educate e qui ci vivono! A seguireeccomi in visita ad Ava, capitale del paese dal XIV al XVIII secolo, visitando il monastero di Bagaya. la Torre dell’Orologio di Nanmyint, nota anche come “Torre pendente di Ava”, una reliquia del palazzo e il monastero Maha Aungmye Bonzan!
In auto poi, da Mandalay a Monywa visitando il tempio Thanboddhay coperto di immagini di Buddha e alla pagoda Boditahtaung con la più grande statua di Buddha in piedi del Myanmar.

Incantevole poi l´area di Po Win Taung, con ben 947 grotte di arenaria scavate nelle colline circostanti, considerata la migliore raccolta dipitture murali e statue buddiste di tutto il Sud-est asiatico e il complesso di Shwe TaungBa, dove monasteri e templi sono stati scavati nelle scogliere di pietra.

                                                                   

Da Pakokku, dopo una sosta in alcuni villaggi rurali, con un traghetto in due ore verso Bagan..non senza fare una bellissima sosta al tempio Kyauk U Min Gu.

 

Bagan, seconda sola ad Angkor Wat in Cambodia, stupisce sempre e ti ammalia!! Nella cittá dall´infinito numero di templi potete veramente sbizzarrirvi...io ne ho visitati moltissimi..e con ogni mezzo di trasporto! Un piccolo cenno...Thatbyinnyu, il più grande tempio di Bagan, il Tempio di Dhammayangyi, il Tempio Sulamani o il tempio di Mannuha!

E che dire del tramonto visto dalla Daw Pagoda?

Stupendo il tempio di Ananda – uno dei più imponenti di tutta Bagan.
Occorre osservare da vicino lo stile di vita degli abitanti di Bagan, a ssaporare lo stile di vita locale ed i piatti gustosi della cucina Birmana pranzando presso una casa tipica locale, occasione unica per avvicinarsi ad una cultura tanto affascinante.!Una altra emozione...come quella di effettuare il volo in mongolfiera sopra la piana di Bagan all´alba o partecipare ad una cerimonia per offrire il pasto ai monaci in un monastero buddhista!


A
Bagan City é interessante visitare il mercato di Nyaung Oo, e nella Old Bagan la Pagoda Shwezigon e mille altre luoghi..

                                                                                                                                                              

 

Ma é tempo di rientrare a Yangon, dove ho scientamente scelto di rimanerci ben 4 giorni ( ve ne perleró in dettaglio in un´articolo)...scoprendo una cittá che é da scoprire e non da mordi e fuggi!

Oltre alle tradizionali mete come la Pagoda di Sule, i Giardini di Mahabandoola, la Pagoda di Botataung, il Mercato di Bogyoke, non manca la della leggendaria Pagoda di Shwedagon, il più grande sito religioso del Paese nonché simbolo del Myanmar, indimenticabile anche al tramonto!

Splendida anche la visita alla pagoda di Kyaukhtatgyi con la sua statua di Buddha di ben 72 metri di lunghezza per poi sostare al Lago Reale ammirando il Palazzo di Karaweik, replica dell’antico galeone reale!

E che dire dell´esperienza di girovagare con il "Treno circolare" che si ferma nei differenti rioni della città!

Splendida anche la vicina Thanlyin visitando la Pagoda Kyaik Khau, mentre a Kyauk Tan cionvolgente la visita alla Pagoda Yele costruita in mezzo del fiume Hlaing. ….

A Yangon infinite sono stati i luoghi visitati, fuori dagli itinerari comuni“.... come l´affascinante rione di Dhala o il Museo Nazionale di Yangon!

Ma é tempo di andare verso la Golden Rock e Bago fermandosi anche al parco della guerra degli Alleati vicino a Taukkyan!
Da Kinpun, vicino alla Roccia d’oro, su di un camion (bellisima esperienza fra i pellegrini! ) arriviamo a Kyaikhtiyo vicino alla famosa Roccia d´Oro uno dei luoghi religiosi più famosi del Myanmar. la Roccia d’oro è un enorme masso interamente ricoperto di foglie d'oro che da 2500 anni si mantiene inspiegabilmente in bilico su di un dirupo: si dice essere in equilibrio su di una ciocca dei capelli di Buddha ivi custodita. Fedeli buddisti e monaci provenienti da tutto il Sud-est asiatico vengono qui in pellegrinaggio, per pregare e meditare anche tutta la notte. Un vero spettacolo!!! Indimenticabile, come la visita a templi e monasteri vicini..bellissimo poi l´incontro con gli eremiti!

Ma é tempo di andare verso la mitica Bago: ci aspettano tanti siti da visitare...bello il Monastero del Serpente, la Pagoda Shwemawdaw, la Pagoda Shwe ThaLyaung con la sua statua di Buddha di 55 met
ri di lunghezza...stupenda... e che dire della Pagoda dei 4 Buddha seduti (Kyaik Pun )...e mille altri luoghi.


Ci aspetta ancora un volo da Yangon a Thandwe per un pó di riposo al mare e relax a Ngapali Beach:
una
spiaggia di sabbia bianca, con una acqua cristallina e calda con molte isolette vicine! Ed é bellissimo girovagare sino al villaggio dei pescatori..con la sua Pagoda in mezzo al mare..vedere i bimbi alla sera giocare in riva al mare, mentre ogni tramonto diventa un vero spettacolo della Natura...

Myanmar.: un sogno ad occhi aperti..un Viaggio su misura che ti rimane nell´anima, come la dolcezza ed ospitalitá del popolo birmano...Emozioni impagabili..da vivere cosí, non intruppati..ma liberi di vivere questo Paese attraverso luoghi e genti!

 

Grazie DGV TRAVEL..ancora una volta, hai centrato ogni mia aspettativa!

Un Viaggio nel Viaggio...in un Myanmar che giá mi attende nuovamente!

By Mimma